Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Al via ai bonus casa a Bolzano per coloro che intendono ristrutturare la propria abitazione.

L’intervento prevede la concessione di aiuti economici, in forma di contributi a fondo perduto e di importo variabile in base a reddito, numero di famigliari, interventi e ampiezza degli alloggi.

Ecco cosa sapere sull’agevolazione edilizia per il recupero casa a Bolzano, chi ne ha diritto e come presentare domanda.

BONUS CASA A BOLZANO PER RECUPERO EDILIZIO

La Provincia autonoma di Bolzano concede dei bonus casa per la ristrutturazione di abitazioni destinate al fabbisogno abitativo primario.

La sovvenzione è erogata in un’unica soluzione, sotto forma di contributo a fondo perduto, che pertanto non deve essere restituito in alcuna modalità.

Gli importi concessi sono variabili, definiti in base a vari criteri, come reddito e composizione del nucleo familiare, entità delle spese di ristrutturazione e ampiezza delle case. Attualmente, le soglie di contributo sono orientativamente comprese tra un minimo di circa 25.000 euro e un massimo di circa 70.000 euro.

Il bonus casa a Bolzano è un intervento strutturale, sempre attivo, e quindi è possibile presentare domanda in qualsiasi momento.

RISTRUTTURAZIONE PRIMA CASA E RECUPERO

Il contributo a fondo perduto è destinato ai proprietari di alloggi, che utilizzano gli stessi come prima casa e che intendono eseguirvi lavori di recupero o ristrutturazione.

Vediamo ora tutti i dettagli.

REQUISITI

Per usufruire del bonus ristrutturazione prima casa i richiedenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • essere residenti o avere il posto di lavoro in provincia di Bolzano da almeno 5 anni. Lo stesso vale per eventuale convivente “more uxorio” comproprietario dell’alloggio;

  • per richiedenti celibi o nubili senza familiari a carico, aver compiuto 23 anni di età (requisito non richiesto per richiedenti portatori di handicap con un’invalidità di almeno 74%);

  • se  cittadini di stati non appartenenti all’Unione Europea, aver soggiornato continuativamente e regolarmente da almeno 5 anni nel territorio provinciale e avervi svolto un’attività lavorativa per almeno 3 anni.

CONDIZIONI DI ACCESSO

Per accedere alle agevolazioni riconosciute con i bonus casa a Bolzano, occorre inoltre rispettare le seguenti condizioni di:

– il richiedente non deve essere proprietario di un alloggio adeguato al fabbisogno della propria famiglia e facilmente raggiungibile, ossia situato entro 40 km dal luogo di lavoro o di residenza o entro 30 km se l’alloggio, la residenza o il posto di lavoro si trovano a più di 1000 metri di altitudine s.l.m..

– Non può, inoltre, essere titolare del diritto di usufrutto, uso o abitazione di un tale alloggio o aver ceduto, nei 5 anni antecedenti la presentazione della domanda, la proprietà, il diritto di usufrutto o di abitazione di tale alloggio.


– il richiedente non può essere membro di una famiglia che sia già stata ammessa ad un contributo pubblico per la costruzione, l’acquisto o il recupero di un’abitazione.


– poiché l’importo del bonus tiene conto della situazione economica della famiglia, l’agevolazione si potrà richiedere solo dopo aver reso la DURP (Dichiarazione Unificata di Reddito e Patrimonio), relativa ai 2 anni di reddito antecedenti la domanda di contributo e presentata per ogni componente del nucleo familiare;

– attualmente, il richiedente deve avere un reddito complessivamente non superiore al limite massimo di 6,30 (VSEM) corrispondente alla quarta fascia di reddito. In questa tabella (pdf 20 kb) è possibile conoscere tutte le fasce di reddito. Va detto, a tal proposito, che le soglie reddituali utili all’accesso alle agevolazioni abitative sono adeguate periodicamente in ordine all’inflazione.

Si specifica che, per presentare una domanda di agevolazione edilizia fino al 30 giugno 2024, occorrerà presentare le DURP relative al 2021 e 2022. Per domande presentate a partire dal 1° luglio 2024 e fino 30 giugno 2025 le DURP utile saranno quelle relative alle annualità 2022 e 2023.


– la casa oggetto di bonus per realizzare gli interventi di recupero può essere gravata solo da mutui ipotecari destinati a costruzione, acquisto o recupero dell’abitazione agevolata. Tale aspetto deve essere espressamente indicato nel contratto di mutuo.

TIPO DI ABITAZIONI

Le case destinatarie delle agevolazioni per interventi di recupero previste dalla provincia autonoma di Bolzano sono le abitazioni popolari o le abitazioni economiche.

Per essere classificati come tali, gli alloggi devono presentare i seguenti requisiti tecnici:

  • avere almeno 1 e non più di 5 vani abitabili, oltre i locali accessori (in caso di abitazioni economiche, non avere più di 10 vani d’abitazione, oltre i locali accessori);

  • formare un’unica abitazione chiusa con un ingresso indipendente;

  • essere conforme alle disposizioni previste dai regolamenti di igiene ed edilizia;

  • avere una superficie abitabile di minimo 28 m² e massimo 160 m² (requisiti per le abitazioni economiche);

  • non essere alloggi sovraffollati;

  • presentare costi riconosciuti per i lavori di recupero pianificati non inferiori al 10% del costo di costruzione convenzionale;

  • in caso di demolizione e ricostruzione e per alloggi con superficie maggiore di 70 m², avere la somma delle superfici secondarie (garage, cantina, loggia e veranda) non superiore alla superficie utile abitabile della abitazione stessa.

LAVORI AMMESSI

Il bonus prima casa previsto a Bolzano finanzia, in sintesi, i seguenti lavori di ristrutturazione:

  • interventi di manutenzione straordinaria, inerenti opere e modifiche necessarie a rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, per realizzare e integrare servizi igienico-sanitari e tecnologici;

  • interventi di restauro e di risanamento conservativo, volti a conservare l’organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità (ad esempio, rinnovo degli elementi costitutivi dell’edificio, inserimento di elementi accessori e di impianti, eliminazione di elementi estranei all’organismo edilizio, ecc.);

  • interventi di ristrutturazione edilizia, volti a trasformare gli organismi edilizi in un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente (vi rientrano, ad esempio, il ripristino, la sostituzione o eliminazione di alcuni elementi dell’edificio, la modifica e l’inserimento di nuovi elementi ed impianti, il ripristino di edifici, o parti di essi, eventualmente crollati o demoliti, ecc.);

  • interventi di demolizione e ricostruzione, con ricostruzione effettuata nella stessa posizione o nelle immediate vicinanze;

  • ampliamenti di cubatura fino al 20%.

IMPORTI DELLE AGEVOLAZIONI

Gli importi massimi spettanti a ciascun beneficiario variano in base a diversi parametri, tra cui:

  • fascia di reddito;
  • composizione del nucleo familiare;
  • preventivo di spesa;
  • punteggio ottenuto in fase di approvazione della domanda.

In linea di massima, tenendo conto esclusivamente dei parametri fascia di reddito e composizione del nucleo familiare, l’ammontare delle agevolazioni è compreso tra:

  • la soglia minima di 25.552 – 30.017 euro per famiglie composte da persona singola e la soglia massima di 41.300 – 54.492 euro per richiedente singolo con 3 figli, in caso di domande approvate con meno di 20 punti. In questa tabella (pdf, 21 kb) è possibile consultare gli importi dei contributi per ogni casistica.

  • la soglia minima di 25.552 – 39.000 euro per famiglie composte da persona singola e la soglia massima di 41.300 – 70.800 per richiedente singolo con 3 figli, in caso di domande approvate con almeno 20 punti. In questa tabella (pdf, 22 kb) è possibile consultare gli importi dei contributi per ogni casistica.

Tali importi sono validi per le domande di bonus per ristrutturazione casa presentate a partire dal giorno 11 agosto 2023.

Inoltre, per conoscere l’effettiva entità di contributo spettante è indispensabile rivolgersi ad un tecnico dell’ufficio o effettuare la simulazione online, secondo le modalità che vi illustriamo nei prossimi passaggi di questo articolo.

SCADENZE

Il bonus casa a Bolzano, destinato a finanziare lavori di recupero delle abitazioni, è un intervento provinciale di natura strutturale. Pertanto non sono previste scadenze per la presentazione delle domande di contributo, che possono essere inoltrate in ogni momento dell’anno.

DOMANDA

La domanda di bonus ristrutturazione casa si presenta fisicamente a sportello, presso Palazzo provinciale 12, Via Canonico Michael Gamper 1, a Bolzano o nelle sedi distaccate di Bressanone, Brunico, Merano e Silandro.

In alternativa, le istanze di contributo si possono inviare agli uffici della ripartizione edilizia abitativa provinciale anche tramite posta o email.

Per poter presentare la domanda, in qualunque sede, è necessario prenotare online un appuntamento. Per prenotarlo si deve utilizzare l’apposita funzione disponibile in questa sezione dedicata al servizio di bonus per recupero prima casa, presente sul sito web dall’ente provinciale di Bolzano.

Nella stessa pagina è disponibile tutta la modulistica da scaricare per poter compilare la domanda e preparare i documenti da allegare alla stessa. Tra questi, anche una marca da bollo da 16,00 euro e, a partire dal 1° gennaio 2013, un elenco delle fatture quietanzate, relative agli interventi di recupero eseguiti.

La funzione di prenotazione online permette di prendere appuntamento anche per ricevere una consulenza informativa o per effettuare la simulazione dell’agevolazione spettante.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Il bonus casa a Bolzano, per la ristrutturazione delle abitazioni, è disciplinato dal Decreto del Presidente della Provincia 15 luglio 1999, n. 42 (1° Regolamento di esecuzione alla Legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13 – Ordinamento dell’edilizia abitativa agevolata).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere anche la nostra guida a bonus edilizi 2024 attivi a livello nazionale.

Potete inoltre consultare anche gli articoli che spiegano come funzionano il Bonus ristrutturazione, il Bonus condizionatori, il Bonus mobili, il Bonus tende da sole, anche questi riconosciuti in tutta Italia.

Disponibili, per approfondire, anche le guide su Bonus verdeBonus zanzariereBonus barriere architettonicheSuperbonus 90 e Ecobonus sociale 2024.

Inoltre, potete conoscere tutte le agevolazioni per famiglie, lavoratori e disoccupati, visitando la nostra sezione dedicata agli aiuti alle persone.

Per continuare a seguirci e restare sempre aggiornati su tutte le novità, potete iscrivervi gratuitamente alla nostra newsletter e ai nostri canali Telegram e Whatsapp.


di Clara R.


Redattrice, esperta di lavoro, impiego estero e formazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su “segui”.


 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui