Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


Secondo l’Agenzia delle entrate, il bonus ZES non matura in relazione agli immobili usati, mancando questi del requisito della novità. Ciò non può non avere ricadute anche sul bilancio dell’esercizio 2023 ove il bonus sia maturato anche in relazione a tale tipologia di immobili.
In pratica, in mancanza di ulteriori interventi ufficiali, alla luce delle valutazioni che il beneficiario dovrà fare del presupposto della novità, si dovrà decidere se lasciare il bonus in bilancio o eliminarlo.

Fra le tante questioni che le imprese e i loro consulenti sono chiamati ad affrontare nella predisposizione del bilancio dell’esercizio 2023, alcune riguardano il trattamento del bonus ZES maturato in conseguenza dell’acquisizione di immobili.

In particolare, le questioni riguardano l’applicazione dell’art. 5 del decreto legge n. 91/2017 che, per gli investimenti effettuati nelle zone ZES, come individuati fino al 31 dicembre 2023, ha previsto l’applicazione del credito d’imposta (c.d. “bonus Sud”) di cui all’art. 1, comma 98 e seguenti, della legge n. 208/2015. 

Con l’art. 57, comma 1, lett. b), n. 4), del decreto legge n. 77/2021, il bonus ZES veniva esteso anche all’acquisto di immobili strumentali agli investimenti.

Con l’art. 37, comma 2, del decreto legge n. 36/2022, la disposizione che estendeva l’agevolazione all’acquisto di immobili strumentali veniva modificata nella seguente formulazione:

Il credito di imposta è esteso all’acquisto di terreni e all’acquisizione, alla realizzazione ovvero all’ampliamento di immobili strumentali agli investimenti.”

Sull’applicabilità delle modifiche intervenute, con risposta a interpello n. 322 del 21 giugno 2022, l’Agenzia delle entrate ha chiarito che:

  • per gli investimenti effettuati dal 1° giugno 2021 e fino al 30 aprile 2022, risultano agevolabili con il credito d’imposta ZES gli acquisti di immobili strumentali agli investimenti;
  • per gli investimenti effettuati dal 1° maggio 2022, risultano agevolabili con il credito d’imposta ZES gli investimenti di acquisto di terreni, acquisizione, realizzazione ovvero ampliamento di immobili strumentali agli investimenti.

 In futuro, identiche questioni potrebbero interessare anche il nuovo bonus ZES unica di cui all’art. 16 del decreto legge n. 124/2023 in vigore dal 1° gennaio 2024.

 La questione più rilevante è senz’altro quella che attiene al destino del bonus ZES maturato per investimenti in immobili non considerati nuovi.

 

Il pensiero dell’Agenzia sugli immobili usati e il bonus ZES

Successivamente alle modifiche che avevano esteso il bonus ZES anche agli investimenti in immobili, secondo la scansione temporale avanti esaminata, ci si è chiesti se, anche per tali investimenti dovesse sussistere il presupposto della “novità” dei beni, considerato che il comma 98 dell’art. 1 della legge n. 208/2015, cui rimanda la disciplina del bonus ZES, richiede che i beni agevolabili con il bonus sud siano “beni strumentali nuovi”.

Nonostante la sussistenza di un tale rilevante dubbio sull’applicabilità del bonus ZES, non pochi soggetti hanno provveduto ad effettuare investimenti in immobili “usati”, cioè privi del requisito della novità, confidando su una interpretazione differente d

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui