Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


È operativo il bonus secondo figlio 2024 in Campania.

La Regione ha messo a disposizione un voucher una tantum da 600 euro per i nuovi nati secondogeniti nell’anno in corso, destinato esclusivamente a chi ha un ISEE pari o inferiore a 30.000 euro.

In questa guida chiara e dettagliata spieghiamo cos’è, come funziona e come richiedere il bonus secondo figlio 2024 in Campania.

COS’È IL BONUS SECONDO FIGLIO IN CAMPANIA 2024

Il bonus secondo figlio in Campania è un contributo una tantum da 600 euro che la Regione riconosce alle famiglie con ISEE pari o inferiore a 30.000 euro per ogni nuovo nato successivo al primogenito, dal 1° gennaio 2024.

La misura è in attuazione del progetto “Campania per le famiglie e la natalità” e si chiama anche “voucher per l’erogazione dell’assegno unico per i nuovi nati secondogeniti”. È stata finanziata con la Delibera di Giunta n. 24 del 17 gennaio 2024, con risorse pari a 10 milioni di euro in totale a valere sul Programma Regionale CAMPANIA FSE+ 2021 2027.

Scopriamo insieme a chi spetta il bonus secondo figlio in Campania per il 2024.

A CHI SPETTA

Il bonus della Regione Campania spetta alle madri dei nuovi nati, successivi al primo figlio, per le nascite decorrenti dal 1° gennaio 2024, in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere in possesso dell’attestazione ISEE in corso di validità il cui valore risulti pari o inferiore a 30.000 euro;

  • essere residente e/o domiciliato nella Regione Campania e godere di assistenza sanitaria attiva in Regione Campania;

  • essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione europea o suo familiare, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. Oppure, essere cittadino di uno Stato non appartenente all’Unione europea in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. Oppure, essere titolari di permesso unico di lavoro autorizzato a svolgere un’attività lavorativa per un periodo superiore a 6 mesi o titolare di permesso di soggiorno per motivi di ricerca autorizzato a soggiornare in Italia per un periodo superiore a 6 mesi.

COME FUNZIONA IL BONUS SECONDO FIGLIO IN CAMPANIA

Il bonus secondogeniti in Campania funziona mediante l’erogazione di voucher che viene riconosciuto a ciascuna madre per ogni nuovo nato successivo al primogenito.

Il voucher, che ha validità di un anno dalla data di rilascio, costituisce un sostegno una tantum alla famiglia ed è dedicato alle spese inerenti all’acquisto di beni e prodotti per l’infanzia per i neonati dai secondogeniti in poi.

La Regione spiega anche che:

  • i voucher verranno assegnati nei limiti delle risorse disponibili;

  • in caso di parto gemellare successivo al primo figlio la destinataria avrà diritto all’erogazione di un voucher per ciascun nuovo nato. Qualora il parto gemellare sia il primo, verrà erogato un solo voucher;

  • per procedere all’acquisto presso gli esercenti convenzionati (a seguire vi forniremo la lista) la madre dovrà esibire, a ogni utilizzo, la smart card vaccinale di Regione Campania oppure la tessera sanitaria. L’esercente potrà visualizzare sul sistema “Sinfonia voucher” che sia effettivamente presente un voucher intestato alla madre, che sia in corso di validità e con credito non nullo;

  • all’atto dell’acquisto sarà richiesta all’intestataria l’autorizzazione a procedere alla transazione dei beni acquistati, comunicando all’esercente il codice OTP ricevuto tramite sms sul numero di cellulare indicato o mail all’indirizzo fornito precedentemente. Con l’autorizzazione telematica, l’intestataria verifica gli acquisti effettuati ed esonera la Regione Campania da qualsiasi disguido e/o accadimento in ordine al tipo e alla quantità dei prodotti acquistati e al valore dell’acquisto effettuato presso l’esercente;

  • il voucher è personale, non dà diritto a resto in contanti e non è in alcun caso convertibile in denaro. Comporta, inoltre, l’obbligo per la fruitrice di regolare in contanti o con altri strumenti di pagamento telematici la differenza in eccesso tra il valore del buono e il prezzo dei beni acquistati;

  • prima di ogni acquisto, la destinataria potrà controllare il saldo disponibile del voucher e l’elenco delle transazioni effettuate e autorizzate avvicinando la smart card vaccinale a uno smartphone dotato di tecnologia NFC e inserendo il codice OTP ricevuto tramite sms sul numero di cellulare indicato o mail all’indirizzo fornito precedentemente oppure accedendo al portale del cittadino.

DOVE USARE IL VOUCHER SECONDOGENITI CAMPANIA

Il bonus può essere usato da questi operatori economici convenzionati presso i quali le madri titolari dei voucher possono effettuare i propri acquisti di beni e prodotti per l’infanzia.

L’elenco include le Farmacie e gli operatori esercenti “commercio al dettaglio in altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica, incluse le parafarmacie” (codice Ateco 47.73.20) e “commercio al dettaglio di confezioni per bambini e neonati” (codice Ateco 47.71.20) che hanno presentato richiesta di adesione alla misura entro la data del 2 maggio 2024.

COSA COMPRARE CON IL BONUS SECONDO FIGLIO CAMPANIA

A mero titolo informativo e non esaustivo, il bonus vale per spese come:

  • latte in polvere;
  • pannolini;
  • biberon;
  • succhiotti;
  • alimenti (pappe, omogeneizzati, ecc);
  • indumenti, accessori, ecc.

A QUANTO AMMONTA

L’importo del voucher erogabile per ciascuna destinataria è quantificato nella misura massima di 600 euro, per ciascun bambino nato a partire dal 1° gennaio 2024 dal secondogenito in poi.

Se alla data di scadenza del voucher, lo stesso è stato utilizzato parzialmente o inutilizzato da parte della destinataria avente diritto, il saldo residuo verrà azzerato e non potrà essere rimborsato in alcun modo.

COME RICHIEDERE IL BONUS SECONDO FIGLIO CAMPANIA

Non è necessario presentare alcuna domanda per ottenere il bonus secondo figlio Regione Campania 2024. La creazione del voucher è pressoché automatica.

In sostanza, dallo scorso 8 marzo 2024, il bonus collegato al codice fiscale della madre partoriente è stato creato sulla piattaforma regionale direttamente all’atto della compilazione della scheda CEDAP da parte degli operatori sanitari delle aziende ospedaliere/cliniche (comprese quelle private) con punti nascita.

Tali punti nascita hanno già informato la madre e acquisito il consenso al trattamento dei dati per la procedura. I controlli sull’ISEE sarà la stessa Regione Campania a farli. Ma poi, il bonus va attivato. Vediamo come.

COME ATTIVARE IL VOUCHER SECONDOGENITI CAMPANIA

Per passare alla fase di attivazione del voucher, la madre del neonato/a dovrà accedere al portale del cittadino. Come entrare nel sito della Regione Campania? È possibile da questa pagina, attraverso SPID, CIE o CNS. Una volta identificati bisogna cliccare nella sezione “voucher nuovi nati secondogeniti”, leggere e accettare l’informativa privacy e prestare il consenso al trattamento dei dati. In assenza di queste attività l’attivazione del voucher non potrà essere perfezionata.

Una volta verificata con esito positivo la sussistenza dei requisiti per l’accesso alla misura, l’attivazione del voucher verrà comunicata all’avente diritto attraverso un sms sul numero di cellulare indicato o una mail se precedentemente comunicata. Con medesima modalità sarà comunicato il mancato riconoscimento del voucher in caso di verificata mancanza dei requisiti.

ASSISTENZA

È possibile richiedere informazioni sul bonus secondi figli 2024 in Campania ai seguenti recapiti:

  • i numeri 081/7969834 o 081/7969157 dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 13:00;

In questa pagina potete leggere anche l’informativa regionale.

RIFERIMENTI NORMATIVI

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

La misura della Regione Campania illustrata si affianca all’aiuto nazionale dedicato a chi ha figli, ossia l’Assegno Unico Universale figli, su cui vi consigliamo di leggere questa guida dettagliata.

Vi invitiamo a leggere il nostro approfondimento su tutti i bonus 2024, quella sui bonus figli attivi nel 2024 e quella sui bonus famiglia 2024.

Da leggere anche la guida ai bonus con ISEE 2024 e quella sui bonus con ISEE sotto i 15.000 euro.

Mettiamo a vostra disposizione anche l’elenco di tutti i bonus e le agevolazioni per lavoratori, imprese e famiglie nel 2024 e il nostro articolo sui bonus INPS 2024 legati all’ISEE.

Per conoscere tutti gli aiuti, agevolazioni e bonus per genitori e famiglie è possibile visitare questa pagina.

Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima. È anche possibile restare aggiornati seguendo il nostro canale Whatsapp e il nostro canale TikTok @ticonsigliounlavoro. Seguiteci inoltre su Google News cliccando sul bottone “segui” presente in alto.


di Valeria C.


Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su “segui”.




 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui