Utilizza la funzionalità di ricerca interna #finsubito.

Agevolazioni - Finanziamenti - Ricerca immobili

Puoi trovare una risposta alle tue domande.

 

More results...

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
Filter by Categories
#finsubito
#finsubito news video
#finsubitoagevolazioni
#finsubitoaste
01_post_Lazio
Agevolazioni
News aste
Post dalla rete
Zes agevolazioni
   


  • Un prestito Compass Business è un finanziamento per le piccole imprese, i lavoratori autonomi e le ditte individuali.
  • Puoi richiedere dai 15.000€ ai 50.000€, se la tua attività è in essere da almeno 24 mesi e con la presentazione del Modello Unico o del Bilancio degli ultimi due anni.
  • Puoi fissare un appuntamento online o via telefono e sottoscrivere il prestito in una delle 300 filiali Compass, gruppo Mediobanca, presenti sul territorio.

Per modernizzare la tua attività commerciale e renderla sempre più competitiva, l’accesso a un finanziamento è un valida soluzione, dato che ti permette di affrontare una spesa improvvisa senza gravare sulla liquidità aziendale. Tra le diverse opportunità presenti online, puoi valutare il prestito Compass Business.

Questo è un finanziamento realizzato per le piccole e medie imprese, con un importo fino a 50.000€ e con una fase di istruttoria ridotta.

Tuttavia, per ottenerlo, la tua attività d’impresa deve rispettare una serie di requisiti e presentare specifici documenti. In questa recensione sono presenti tutte le informazioni utili, per valutare i vantaggi di questo strumento finanziario e i passaggi per richiederlo in breve tempo.

Richiedi un prestito Compass per la tua partita IVA

Compass prestito Business: la banca

Il Prestito Business Compass è un finanziamento alle imprese, flessibile, sicuro e con un piano di ammortamento personalizzato. Una soluzione di accesso al credito che riflette il DNA della società Compass, nata nel 1951 come progetto del Gruppo Mediobanca, tra gli istituti bancari più solidi in Italia.

L’idea era quella di offrire un sistema, più semplice e diretto, con una consulenza dedicata, ai privati e alle imprese, al fine di trovare la soluzione più adatta per ottenere un prestito.

Nel 2015 Compass è diventata una banca indipendente, acquisendo la posizione di leader nel settore del credito grazie a oltre 300 sedi suddivise in tutte le regioni italiane. In questo contesto si collocano i finanziamenti non finalizzati per le imprese, attraverso il prestito Business Compass, nato nel 2019.

Inoltre nello stesso anno Compass offre una piattaforma web digitale per la richiesta e la liquidazione dei prestiti, aderendo al processo di digitalizzazione che ha coinvolto i sistemi bancari.

tot business

A chi si rivolge il prestito Business Compass

Il prestito Business Compass si rivolge in particolare alle Partite Iva e nasce per supportare le imprese. Puoi richiedere questa tipologia di finanziamento se hai aperto una Partita Iva o un’attività d’impresa da almeno 24 mesi e se rientri in queste categorie :

  • lavoratore autonomo;
  • artigiano;
  • ditta individuale;
  • commerciante;
  • piccola impresa (società di persone o di capitali).

Il fine di questa tipologia di prestito per imprese è quello di supportarti nello sviluppo del tuo business, rendendo la richiesta di un finanziamento una procedura semplice e realizzabile in tempi brevi. Inoltre, puoi ricevere il supporto di consulenti esperti, i quali ti affiancheranno nella valutazione dell’importo da richiedere.

Compass prestito business come funzionaCompass prestito business come funziona

Ad esempio, se hai una partita IVA per e-commerce puoi aver bisogno di un piccolo prestito, con una somma dai 2.000€ ai 5.000€, per potenziare i tuoi servizi di marketing online o incrementare i prodotti.

Invece, se disponi di un’attività offline, come un bar o un ristornate, puoi utilizzare il finanziamento al fine di modernizzare i locali, acquistare nuovi macchinari o investire sulla trasformazione digitale chiedendo anche una somma più consistente.

L’esperienza di oltre 60 anni di attività sul campo ha permesso a Compass di creare uno strumento funzionale e personalizzabile.

I costi del prestito Compass Business

Il rapporto servizi-costi è tra gli aspetti che rendono il prestito Compass Business tra quelli più convenienti per le aziende. Infatti, il TAN (Tasso Annuale Nominale) e il TAEG (Tasso Effettivo Globale) sono fissi, con un massimo rispettivamente del 12,75% e del 14,67%, calcolati in base alla somma totale.

I cost di istruttoria sono massimo di 600€. Non è presente una spesa di incasso della rata, così come l’estratto conto è gratuito se digitale, mentre per quello cartaceo è necessario un versamento mensile pari a 0,56€. Infine, gli oneri fiscali per la registrazione del contratto sono a carico del cliente, con una spesa fino a un massimo di 16€ che verrà caricata sulla prima rata.

tot businesstot business

Come funziona il prestito Compass Business

Il prestito Compass Business prevede:

  • un importo personalizzato;
  • l’istruttoria veloce;
  • un prestito ottenibile presentando poche garanzie.

Infatti, puoi richiedere una somma dai 15.000€ ai 50.000€ suddivisibile in un minimo di 12 rate, fino a un massimo di 84 mesi. Il piano di ammortamento può essere personalizzato in modo da scegliere una rata fissa che sia adatta alle tue esigenze aziendali, senza andare a gravare sul bilancio mensile della tua attività.

Inoltre, il finanziamento non è finalizzato. Ciò significa che puoi utilizzare liberamente il denaro, senza giustificare il motivo della richiesta né presentare piani di sviluppo. Inoltre, puoi collegarlo direttamente all’IBAN del tuo conto aziendale, senza utilizzarne uno dedicato.

Il processo di istruttoria è veloce, con una completa assistenza dei consulenti Compass. In linea di massima otterrai entro 24/48 una risposta sulla fattibilità del prestito e, se non è necessaria un’integrazione alla documentazione, l’accredito sull’IBAN avverrà entro 7-10 giorni lavorativi dal momento della firma del contratto di prestito.

Quali sono le garanzie necessarie

Rispetto ad alte forme di prestiti per le imprese, il finanziamento Compass Business non richiede una garanzia aggiuntiva. Quindi non sono previste cambiali, l’accensione di ipoteca su un immobile personale o commerciale, oppure la firma di un garante.

Tuttavia, è comunque necessario rispettare alcuni requisiti. Infatti, per ottenere il prestito la tua attività d’impresa non deve essere segnalata al CRIF, la Centrale Rischi Interbancaria, in cui viene registrata la cronistoria creditizia della tua società.

Ad esempio, in questo database vengono inserite le carte di credito aziendali, i pagamenti di prestiti passati o in corso, effettuati nelle tempistiche o in ritardo, così come la presenza di situazioni di insolvenza. Inoltre, è importante non aver ricevuto protesti o eventuali pignoramenti sul conto corrente.

Solo nel caso in cui il tuo nome o quello della società rientra tra i cattivi pagatori, Compass potrebbe richiederti l’aggiunta di garanzie reali integrative al fine di ridurre il rischio di insolvenza.

Per chiedere il Prestito Business Compass è necessario essere iscritti da almeno 24 mesi alla Camera di Commercio e avere la sede legale della Società o della Ditta Individuale in Italia.

Prestito Compass Business: documenti

Per effettuare la domanda del prestito Compass Business sono necessari una serie di documenti personali oltre a quelli reddituali. Infatti, oltre a una cronistoria creditizia regolare, devi presentare alcune informazioni importanti sull’attività.

Nella tabella seguente abbiamo ricapitolato quali sono i documenti necessari se la domanda viene effettuata da una ditta individuale o un lavoratore autonomo, oppure da una società di persone o di capitali.

Documenti personali Documenti per ditte individuali Documenti società di persone e di capitali
Carta d’identità o patente Modello Unico Bilancio esercizio precedente
Codice fiscale Versamento F24 con pagamento IRPEF Modello fiscale
  Visura C.C.I.A.A. Copia dell’invio telematico all’Agenzia delle Entrate
    Visura C.C.I.A.A.

Se sei titolare di una partita IVA professionale o di una ditta individuale, la dimostrazione del reddito certo deve avvenire attraverso la consegna del Modello Unico, con riferimento ai due anni precedenti. Inoltre, dovrai allegare la ricevuta di pagamento del modello F24 dei relativi versamenti IRPEF.

Invece, per le società di capitali (Srl, Srls) e quelle di persona (Sas, Snc, S.s) è richiesta la copia del bilancio di esercizio e il modello redditi. Infine, dovrai presentare la visura della registrazione in Camera di Commercio in cui ha sede la tua attività d’impresa.

Finanziamenti Compass impreseFinanziamenti Compass imprese
tot businesstot business

Come richiedere un prestito Compass Business

Compass è stata tra le prime società di credito ad abilitare la richiesta di un prestito direttamente online, completando l’operazione con la firma digitale del contratto sul web e senza muoversi da casa o dall’ufficio. Tuttavia, per il prestito Compass Business, si prevede un processo ibrido in due step:

  • richiesta di appuntamento online;
  • sottoscrizione della domanda presso una filiale.

Il primo passaggio è quello di fissare un appuntamento con un consulente, un’operazione che puoi fare accedendo alla home page di Compass e selezionando la voce “Diventa Cliente“.

Nella pagina successiva devi scegliere l’opzione “Prestito imprese“, selezionando la filiale più comoda alle tue esigenze, presente sulla pratica mappa, e il giorno e l’ora dell’appuntamento. In caso di necessità potrai modificare in ogni momento la scelta effettuata.

Inoltre, hai la possibilità di fissare un appuntamento anche utilizzando il numero verde gratuito 800.77.44.33. La voce digitale di una chatbot ti guiderà in una serie di passaggi per fissare un incontro con il consulente.

In quella data ti dovrai recare in filiale con i documenti che abbiamo indicato prima. In sede potrai valutare quale importo è il più adatto alle tue esigenze. La procedura è simile a quella online:

  • verrà compilato un modulo di richiesta;
  • saranno allegati i documenti personali e reddituali;
  • dovrai firmare il contratto e attendere la verifica di Compass.

Scopri Compass prestito Business

Prestiti Compass Business – Domande frequenti

Quanto costa un prestito Compass Business?

Il prestito Compass Business prevede un costo d’istruttoria di 150€ ai 300€, mentre per ciò che riguarda il TAN e il TAG sono variabili in base all’importo richiesto e alla durata del piano di ammortamento.

A quale banca si appoggia un prestito Compass Business?

Per i prestiti alle imprese, l’istituto di credito Compass si appoggia al Gruppo Mediobanca.

Quanto posso chiedere con un prestito Compass Business?

Con un prestito Compass Business puoi chiedere una somma dai 15.000€ ai 50.000€ suddivisibile in un massimo di 84 rate.

 

***** l’articolo pubblicato è ritenuto affidabile e di qualità*****

Visita il sito e gli articoli pubblicati cliccando sul seguente link

Source link

Informativa sui diritti di autore

La legge sul diritto d’autore art. 70 consente l’utilizzazione libera del materiale laddove ricorrano determinate condizioni:  la citazione o riproduzione di brani o parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi qualora siano effettuati per uso di critica, discussione, insegnamento o ricerca scientifica entro i limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera citata o riprodotta.

Vuoi richiedere la rimozione dell’articolo?

Clicca qui

 

 

 

Prestiti personali immediati

Mutui e prestiti aziendali

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

La rete #dessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Il presente sito contiene link ad altri siti Internet, che non sono sotto il controllo di #adessonews; la pubblicazione dei suddetti link sul presente sito non comporta l’approvazione o l’avallo da parte di #adessonews dei relativi siti e dei loro contenuti; né implica alcuna forma di garanzia da parte di quest’ultima.

L’utente, quindi, riconosce che #adessonews non è responsabile, a titolo meramente esemplificativo, della veridicità, correttezza, completezza, del rispetto dei diritti di proprietà intellettuale e/o industriale, della legalità e/o di alcun altro aspetto dei suddetti siti Internet, né risponde della loro eventuale contrarietà all’ordine pubblico, al buon costume e/o comunque alla morale. #adessonews, pertanto, non si assume alcuna responsabilità per i link ad altri siti Internet e/o per i contenuti presenti sul sito e/o nei suddetti siti.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui